Giorno 6 – Parlando di capodogli (Ischia > Ventotene)

IMG_20160802_085935

We’re standing in front of the boat. We look at each other, then take our shoes off – this we know. We step on the ship for the first time.

One day later, so much has already happened. We’ve met the crew and the other volunteers, we’re nine this week. I was seasick – mildly. Francesco was seasick. Badly. We’ve both skipped our cores because of this, which makes me feel pretty bad. We’ve sailed for six hours and taken a bath in front of the island of Ventotene, the water so blue you could see the rays of sun hitting the sand ten meters down.

Siamo davanti alla barca, la riconosciamo dalle bandiere. Togliamo le scarpe – questo lo sappiamo – e camminiamo sulla passerella per salire in barca per la prima volta.

Un giorno dopo sono già successe un sacco di cose. Abbiamo conosciuto l’equipaggio e gli altri volontari, siamo nove questa settimana. Io ho sofferto il mal di mare – un po’. Checco ha sofferto il mal di mare – molto. Abbiamo entrambi saltato il nostro turno di lavori per questo, cosa che mi fa sentire un po’ in colpa. Abbiamo navigato per sei ore e fatto un bagno di fronte a Ventotene, l’acqua così blu che si potevano vedere i raggi di sole toccare la sabbia, a dieci metri di profondità.

IMG_20160801_202242Sono le sei e abbiamo succhi e acqua sul tavolo. Ash ci sta raccontando dei capodogli, è l’unico che non ha ancora assaggiato neanche un’oliva. Ci spiega che i capodogli possono scendere fino a un chilometro e mezzo di profondità per circa 40 – 45 minuti di immersione. In quel tempo vanno a caccia e mangiano seppie, un anello vitale per l’intera catena alimentare, visto che permette al plancton di proliferare.

E poi i capodogli parlano. Fanno dei click, molto forti e più o meno frequenti a seconda della distanza di quello che cercano. Più si avvicinano alla preda più i click diventano frequenti, fino a che – silenzio: stanno mangiando.

Poi ancora usano i click per parlarsi. Si chiamano codaclick e dipendono dalla famiglia in cui sono cresciuti e alla cultura a cui appartengono – Ash sorride e fa un verso, tipo “pum!”, mentre applica la parola cultura ai capodogli. I capodogli che hanno lo stesso codaclick cacciano anche nella stessa maniera e girano insieme. Capodogli che invece hanno un codaclick diverso non si mischiano per nessun motivo, peggio che Montecchi e Capuleti. Mentre nell’Atlantico ci sono un sacco di codaclick diversi, tutti i capodogli del mediterraneo hanno lo stesso, una specie di messaggio in alfabeto morse che fa: ta-ta-ta…ta.
Girano in gruppi composti dalle femmine, giovani e adulte, e dai maschi piccoli. I maschi poi si emancipano verso i quindici/ sedici anni, anche se non hanno ancora raggiunto la maturità sessuale. Quindi fino a quel momento girano in grupponi di single per gli oceani. I migliori anni della loro vita, insomma.

IMG_20160801_180019Siamo ormeggiati a Ventotene, se alzo gli occhi dallo schermo vedo la prigione in cui Altiero Spinelli scrisse il Manifesto. C’è aria e ho i capelli incrostati di sale. Ash ci fa sentire un paio di registrazioni, poi ci chiude il computer e ci dice che possiamo andare a fare un giro per l’isola, così ora scenderemo. Spritz vista Ventotene, il sogno triste degli ultimi europeisti.

Annunci
Giorno 6 – Parlando di capodogli (Ischia > Ventotene)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...